VALORUGBY EMILIA: INGAGGIATO IL PILONE ALESSIO SANAVIA

(Reggio Emilia, 24/06/2019) – Continua la costruzione del Valorugby Emilia che disputerà il prossimo campionato TOP12 di rugby 2019/2020 con il proposito di confermarsi nel gotha della palla ovale italiana. Dopo gli acquisti di Chistolini, Bertaccini, Majsterovic e Falsaperla, il club di via Assalini si assicura per la prossima stagione anche le prestazioni di un giovane promettente, Alessio Sanavia.
Classe 1996, alto 1,80 per 105 kg di peso, Sanavia è un pilone in grado di ricoprire anche il ruolo di tallonatore. Padovano doc, la sua carriera si è sviluppata interamente nel Valsugana, club della sua città natale con cui, dopo la trafila delle giovanili, Sanavia nel 2017/2018 ha disputato e vinto il campionato di Serie A da protagonista.
A Reggio cercherà il riscatto dopo una stagione, quella scorsa, trascorsa lontano dal campo. “Sono emozionato, non vedo l’ora di indossare questa maglia in campo e mettere in mostra il mio valore – le prime parole da “Diavolo” di Sanavia – Quando ho saputo che un club importante come il Valorugby mi stava cercando non ho avuto dubbi su cosa avrei voluto fare, e cioè venire a Reggio. Sono elettrizzato, felice di giocare al fianco di campioni come Amenta e Rodriguez. Avere poi nello staff tecnico uno dei migliori tallonatori italiani di sempre (Carlo Festuccia, ndr) non fa che rendere tutto ancora più promettente. Voglio riscattarmi dopo una stagione dove non ho in pratica mai giocato per vari motivi, e Reggio è la piazza migliore che potessi trovare”.
Per coach Roberto Manghi, quello di Sanavia è un prospetto molto interessante. “E’ un ragazzo coriaceo, fisicamente molto prestante. Tecnicamente e tatticamente è un pilone sinistro che può giocare anche nel ruolo di tallonatore, dandoci quella duttilità in prima linea che quest’anno ci è un po’ mancata. Potenzialmente ha tutte le carte in regola per diventare un grande pilone, mi ricorda per certi versi Matteo Muccignat”.
Per un giocatore in entrata, ci sono due Diavoli ai saluti. Si tratta di Dario Bordonaro e Pietro Fontana che la società reggiana ha lasciato liberi augurando ad entrambi il più sincero in bocca al lupo per il prosieguo della carriera.

Continuando a navigare questo sito Web acconsenti all'utilizzo dei cookie. più informazioni

Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web. Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo.

Chiudi