VERSO LA FINALE: PARLA IL CAPITANO

Si avvicina il grande giorno della finale di Coppa Italia di rugby in programma sabato 30 marzo alle ore 16 allo stadio “Lanfranchi” di Parma. A contendersi quello che è il secondo trofeo per importanza a livello nazionale saranno i Diavoli del Valorugby Emilia e i padovani del Valsugana Rugby.

“Ci stiamo allenando come sempre, ovvero con grande serietà e concentrazione – dichiara il capitano dei Diavoli, Davide FaroliniChiaro, visto la posta in palio e la gara secca, c’è quel pizzico di tensione in più che reputo un aspetto positivo. Sarei preoccupato del contrario. Ma ho fiducia nei miei compagni e so che sapremo prepararci con la giusta attenzione e intensità”.

Già affrontato e battuto due volte in campionato, il Valsugana non è però un avversario da sottovalutare. “Assolutamente. Ho grande rispetto dei nostri avversari che ci hanno impegnato fino alla fine senza mai mollare in entrambi i match di campionato. In particolare, nella gara giocata a Padova, ricordo che ci fecero una meta all’ultimo minuto, segno di determinazione e tenuta fisica e mentale”.

A prescindere al risultato, quella di sabato si prospetta come una grande giornata per il rugby reggiano. “Credo che dobbiamo vivere questa finale nel modo migliore, e cioè come una grande opportunità per noi giocatori, per lo staff tecnico, per la società. Ma anche per tutta la città di Reggio Emilia. Metteremo in campo il 110% per portare a Reggio questo primo storico trofeo”.

INFO BIGLIETTI

Intanto la tifoseria si sta già mobilitando e organizzando per “invadere” Parma. I biglietti sono già in vendita online sul circuito “Ciaotickets” al costo di 15 euro il biglietto intero e a 10 euro il biglietto ridotto (riservato a donne e over65), mentre l’accesso allo stadio sarà gratis per tutti i bambini e ragazzi fino ai 16 anni.

QUI VALSUGANA

Per Jacopo Pivetta, capitano del Valsugana Rugby Padova “ad inizio anno la Coppa Italia non era un obiettivo: le prime partite ci sono servite per cercare di prendere confidenza con il nostro gioco in vista del campionato Top 12. Dopo le prime partite ci siamo trovati primi, e a quel punto non potevamo farci scappare l’opportunità di giocare la finale. Ora che siamo qui, puntiamo a vincerla: poter portare a casa un trofeo la prima stagione in Top 12 è motivo di orgoglio per noi e per tutta la società. Arriviamo a questa partita delusi e un po’ amareggiati dopo l’ultimo incontro con Viadana, ci aspettavamo di giocare ad un altro livello. Far bene in finale potrebbe darci una bella spinta per le ultime tre partite di campionato, per noi vitali per la salvezza”.

L’ALBO D’ORO

Nell’albo d’oro della Coppa Italia (che dal 2011 al 2018 ha temporaneamente cambiato denominazione in Trofeo Eccellenza, prima di fare ritorno quest’anno al nome originario) c’è il gotha del movimento rugbistico nazionale. A fare la voce grossa sono il Viadana (6 vittorie) e le Fiamme Oro (5 vittorie). Ma ci sono anche il Benetton Treviso (3 vittorie), l’Overmach Parma (3 vittorie), il Petrarca Padova e il Rugby L’Aquila (2 vittorie). L’ultima Coppa Italia è stata assegnata nel 2010 alla Benetton Treviso, mentre nel 2018 il Trofeo Eccellenza se l’è conquistato il San Donà.

Continuando a navigare questo sito Web acconsenti all'utilizzo dei cookie. più informazioni

Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web. Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo.

Chiudi