VERSO LA FINALE: LA CARICA DEL PRESIDENTE

Primo verdetto della stagione 2019 di rugby domani allo stadio “Lanfranchi” di Parma (ore 16), dove Valorugby Emilia e Valsugana Padova si sfidano nella Finale della Coppa Italia 2019. Un traguardo storico per i Diavoli arrivati mai così in alto nella loro lunga storia.

A dare la carica ai giocatori e al numeroso pubblico che da Reggio si recherà a Parma per sostenere i ragazzi di coach Roberto Manghi ci pensa il presidente del club, Enrico Grassi. “Avere la possibilità di giocare la finale di Coppa Italia è già un bel traguardo che la squadra ha raggiunto con tanto lavoro e grande determinazione vincendo un girone eliminatorio che annoverava avversari blasonati, ma soprattutto molto fisici – le parole del patron di Valorugby – Ho grande fiducia nei ragazzi che ci hanno regalato tantissime emozioni, qualche brivido e bellissime sorprese in questa prima stagione sportiva del Valorugby Emilia, un progetto che ha mosso i primi, importanti, passi nel mondo della palla ovale. Sono sicuro che domani tutti daranno, come sempre, il 100% in termini di intelligenza e di cuore, perché sanno che questo è ciò che serve nella vita, dentro e fuori dal campo. Il resto viene da se’ perché, come diceva mio padre, con una buona semina c’è speranza di un buon raccolto”.

Per quanto riguarda la formazione, coach Manghi recupera tutti gli effettivi con la sola eccezione del neozelandese Ngaluafe, ancora ai box, e il cui rientro è previsto non prima dei play off Scudetto. Questo il XV annunciato: Farolini (cap); Costella, Paletta, Vaega, Gennari; Rodriguez, Panunzi; Amenta, Rimpelli, Mordacci; Dell’Acqua, Balsemin; Du Plessis, Manghi, Muccignat. A disp. Gatti, Bordonaro, Quaranta, Du Preez, Favaro, Messori, Fontana, Fusco. All.Manghi. Arbitro: Boraso di Rovigo.

UNA “PRIMA VOLTA” PER DUE

Per entrambe le società si tratta di una prima volta assoluta: tanto i Diavoli di Roberto Manghi, tornati nel massimo campionato nel 2016, che la matricola padovana guidata da Polla Roux inseguono il primo trofeo della propria storia. Il Valorugby arriva alla finale di Coppa sulle ali dell’entusiasmo per una stagione già da incorniciare: dominato con cinque vittorie ed una sola sconfitta il proprio girone eliminatorio, a Farolini e compagni manca solo l’avallo dell’aritmetica, con tre giornate di regular season ancora da disputare, per celebrare anche una storica qualificazione ai play-off del TOP12. Meno agevole la stagione del Valsugana, che alla prima stagione nella massima serie ha raggiunto a sorpresa la Finale di Coppa Italia aggiudicandosi il girone tutto veneto con Mogliano, Verona ed il San Donà vincitore del Trofeo nel 2018 ma si trova nel pieno della lotta salvezza, lontano quattro lunghezze dal decimo posto che garantirebbe la permanenza al vertice del movimento nazionale.

UNA FINALE “SOLIDALE”

La Finale di Coppa Italia, in piena coerenza con i principi di inclusione che caratterizzano il gioco ed il movimento nazionale, e che vedono FIR impegnata nello sviluppo a livello europeo del progetto Mixar (www.federugby.it/impegnosociale) sarà anche l’occasione per manifestare l’adesione del rugby italiano alla Giornata Internazionale della consapevolezza dell’autismo: tutti i giocatori di Valorugby Emilia e Valsugana Padova scenderanno in campo indossando uno speciale braccialetto dell’associazione Aut-Aut dedicato all’iniziativa

Continuando a navigare questo sito Web acconsenti all'utilizzo dei cookie. più informazioni

Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web. Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo.

Chiudi