Schermata 2018-07-27 alle 12.23.48

VALORUGBY EMILIA PUNTA SUI SUOI GIOVANI

(Reggio Emilia, 26/07/2018) – “Io sono innamorato dei giovani, da sempre. Perché sono loro la garanzia per un futuro migliore, in azienda come sul campo di gioco”. Così il neo presidente di Valorugby Emilia Enrico Grassi in occasione della presentazione della nuova società rugbistica lo scorso 5 luglio in Sala del Tricolore. Un “credo”, quello dei giovani, che sui campi della Canalina si pratica da anni e che ora, sotto l’impulso del neo patron, segna un ulteriore “step” coinvolgendo già dal raduno estivo i ragazzi del vivaio rosso-nero (alcuni in uscita dalle accademie federali) all’interno della prima squadra del Valorugby Emilia che dal 15 settembre sarà impegnata nel Top12, il nuovo massimo campionato italiano.

Sono ben sette infatti, i giocatori dell’Under 18 che coach Roberto Manghi ha voluto aggregare alla prima squadra in vista della fase di preparazione estiva.

Si tratta di Filippo Braglia, Hudson Ferretti, Fabio Boni, Matteo Colli, Pietro Marzocchi, Giulio Ferrari e Flavio Fardella che vanno ad aggiungersi ai tre aggregati della scorsa stagione (Umberto Tedeschi, Alessio Morini e Gabriele Messori che ha giocato diverse partite facendo buone prestazioni e un buon minutaggio)

“Già lo scorso anno – spiega Manghi – avevamo aggregato alcuni ragazzi, ma quest’anno la decisione di portarli con noi fin dalla preparazione estiva è un segnale che lanciamo loro anche in un’ottica di responsabilizzazione. Dovranno essere bravi a cogliere questa grande opportunità di stare vicino agli esperti della prima squadra cercando di cogliere da loro ogni piccolo gesto trasformandolo in insegnamento. Lo scorso anno quelli che ci hanno stupito di più sono stati proprio i giovani – non dimentichiamo che Panunzi, Costella, Mordacci uscivano dall’Accademia e sono diventati indispensabili alla squadra – Questi ragazzi potranno imparare schemi e strategie, ma soprattutto ‘respirare’ in prima persona l’atteggiamento mentale dei Diavoli. Un’esperienza che permetterà loro di crescere ed eventualmente debuttare nel massimo campionato italiano. Il nostro impegno sui giovani che con l’ingresso della nuova proprietà trova un rinnovato impulso comincia ad essere conosciuto anche fuori dai confini territoriali. In questo periodo si allena con noi un altro diciottenne, Alessio Tamburrini, un giovane di Ascoli che la famiglia ci ha chiesto di inserire nella nostra preparazione tecnica e atletica per farlo maturare nonostante la giovanissima età ”.

Continuando a navigare questo sito Web acconsenti all'utilizzo dei cookie. più informazioni

Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web. Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo.

Chiudi