Schermata 2018-07-16 alle 18.17.25

IL RUGBY PROTAGONISTA AI GIOCHI DEL TRICOLORE 2018

(Reggio Emilia, 14/07/2018) – Il match under 16 tra una “selezione” di Diavoli e ragazzi del Colorno e i pari età sudafricani del Gauteng; il triangolare under 14 tra i rossoneri e gli amici del Colorno, allenati da Luca Vezzani, i ragazzi della Tunisia e quelli della città di Olomuc, Repubblica Ceca; l’incontro tra gli staff tecnici di Valorugby Emilia, i Lions di Johannesburg e il rappresentante del Gauteng della Federazione sudafricana rugby.
Sono i momenti clou della partecipazione di Valorugby Emilia ai Giochi internazionali del Tricolore.
Incontri, agonismo e tanta amicizia, nello spirito che contraddistingue la manifestazione a cui il progetto rugbistico del territorio ha aderito con convinzione ed entusiasmo
In campo e fuori occasioni d’incontro per i più giovani, opportunità di collaborazione per la crescita dei giovani, tecnica e umana che nascono dagli incontri degli adulti. Thomas Johannes Goodwin dei Golden Lions di Johannesburg ha incontrato martedì l’head coach e direttore Roberto Manghi in virtù del patto di amicizia tra le due società firmato nel 2015 per ragionare di possibili collaborazioni anche per il futuro.
Ma protagonisti dei Giochi sono stati i ragazzi che si sono affrontati a viso aperto in campo e hanno condiviso momenti di socialità con grande desiderio di conoscersi. Solo a margine il dettaglio dei risultati delle partite: persa dai nostri ragazzi under 16 quella contro il Sudafrica, vinta quella degli under 14 contro gli amici della Repubblica Ceca.
“L’evento organizzato dall’Amministrazione comunale di Reggio Emilia ha rappresentato una bellissima occasione di incontro e di amicizia per i nostri ragazzi – rimarca Roberto Manghi, direttore del club – per questa ragione abbiamo aderito con convinzione a una manifestazione gioiello che Reggio Emilia propone da diverse edizioni, è sempre una ricchezza avere opportunità di confronto a livello tecnico e umano con realtà europee e dell’emisfero Sud. Se poi tra queste realtà c’è il Sudafrica, allora il valore aumenta ancor di più perché l’impegno del nostro club per contribuire a mettere in valore il quarantennale rapporto di amicizia con il paese di Nelson Mandela non è di oggi. Un ringraziamento doveroso agli allenatori e a tutto lo staff che ha permesso di rendere possibili i match e i terzi tempi in un periodo tradizionalmente dedicato al riposo”.

Continuando a navigare questo sito Web acconsenti all'utilizzo dei cookie. più informazioni

Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web. Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo.

Chiudi