Under 14 A & B a Noceto

U14: LA PRIMA VITTORIA DELLA SECONDA SQUADRA COMPENSA IL PRIMO FALSO  DELLA SQUADRA A

Che il rugby sia uno sport di squadra è cosa risaputa, ma ieri, a Moletolo, i ragazzi dell’U14 di Luca Vezzani e Matteo Russotto hanno dimostrato di essere “un unico, grande gruppo”: Nella giornata in cui la squadra A ha compiuto il primo passo falso della stagione perdendo, dopo un avvio di campionato travolgente, contro il Noceto A per 42 a 0, la seconda squadra ha tenuto alto l’onore del Rugby Reggio portando a casa la vittoria, altrettanto netta, contro il Noceto 2 per 52 a 15.

In gergo calcistico si potrebbe dire “uno a uno, palla al centro” nel derby tra Reggio e Noceto. Ma veniamo alle cronache, partendo da chi ieri si è meritato gli onori della giornata.

La Rugby Reggio U14 2 (formazione Adjal, Paolillo, D’orsi, Gennaro, Mammi, Fadda, Lonardoni, Caselli, Varolli, Marangio, Bianchi, Franceschini, Robuschi, Nitrosi, Mangone) ha confermato di essere un gruppo splendido capace di mettere in campo tanta grinta e un grande impegno. Nelle partite precedenti questo non era bastato per portare a casa il risultato: ieri, invece, queste qualità sono risultate vincenti. Il risultato finale della partita non lascia dubbi: 52 a 15 per i Diavoli. Il coach Luca Vezzani: “Sono molto orgoglioso di questi ragazzi che si stanno impegnando tanto. Le loro qualità stanno emergendo in modo evidente, nonostante molti di loro giochino da poco più di due mesi. E’ un gruppo di ragazzi stupendo, che ieri ha meritato collettivamente il titolo di “man of the mach”.

Meno soddisfatto Vezzani lo è della prestazione della squadra A (formazione Di Salvo, Ferrari, Ferrigno, Ferretti, Zanni, Lin zi, Bondavalli, Colli, Ghiozzi, Bedogni, Fardella, Ginocchi, Franchini, Dell’Aquila, Bazzoli), quella che sino a domenica scorsa aveva letteralmente travolto tutti gli avversari. I Diavoli U14 A hanno perso contro il Noceto 42 a zero: “La cosa meno importante di ieri  – sottolinea il coach – è stato il risultato. Ciò su cui dovremo riflettere bene è come la squadra ha perso. I miei ragazzi si sono presentati in campo con superficialità e senza grinta, e di ciò sono molto dispiaciuto. In questo quadro negativo, è giusto però sottolineare le prestazioni positive di quattro giocatori, Bondavalli, Ferrari, Ferretti e Zanni, che si sono dati da fare parecchio anche in una giornata storta per gli altri compagni. Nei prossimi giorni laveremo sodo per evitare che accada ancora una situazione simile.

Continuando a navigare questo sito Web acconsenti all'utilizzo dei cookie. più informazioni

Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web. Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo.

Chiudi